12/Dicembre/2018 | 11:05

Italy Today Tv

Italy Today Tv

Da Castelnuovo della Daunia a Peterborough

Michele Sanrocco

Da Castelnuovo della Daunia a Peterborough

Quando è arrivato nella città inglese aveva 26 anni, da allora non è più tornato in Italia. Ecco la storia di un emigrato dal Foggiano negli anni anni '50, quando tantissimi italiani andavano a lavorare nella fabbrica dei mattoni: la famosa London Brick

di Antonio Blasotta

Peterborough, dopo Badford, è la città in cui si registra la più grossa presenza degli emigrati italiani in Inghilterra. Dovuta soprattutto alla forte emigrazione degli anni Cinquanta; quando, soprattutto dal sud Italia, gli italiani andavano a lavorare nella fabbrica dei mattoni London Brick. Come Michele Sanrocco, da Castelnuovo della Daunia, che abbiamo ascoltato in questa intervista di Antonio Blasotta

«Londra è una grande finestra sul mondo», parola di Pasquale Padalino

Pasquale Padalino

Come si orienta il business nella capitale britannica

«Londra è una grande finestra sul mondo», parola di Pasquale Padalino

L'esperienza dell'ex dirigente di Confcommercio di Foggia, trapiantato ormai in Inghilterra, con l'obiettivo di mettere in relazione le aziende italiane e il mercato inglese soprattutto nel settore dell'enogastronomia

di ZIZZA Michele

«Se non possiedi una strategia di penetrazione, se non sei dotato di una interfaccia internet per l’ecommerce, se non sai approcciarci alla burocrazia, per quanto semplice sia rispetto all’Italia, non vai da nessuna parte; anzi, lo spaesamento che ne ricavi sul momento, dovuto alla scarsa dimistichezza con la lingua, ti fa desistere da ogni progetto espansivo e ti fa rintanare nel guscio da cui provieni: il che è un peccato, perché i prodotti italiani, di fatti, fanno la differenza», mette in guardia il businessman foggiano.

Londra, istruzioni per l'uso della storia fatta dagli italiani

Alessandro Forte

Un libro scientifico che si legge come un romanzo

Londra, istruzioni per l'uso della storia fatta dagli italiani

Alessandro Forte, nato trent'anni fa a Lucera, residenza italiana di Federico II, a Londra per lavoro da 6 anni (oggi vicepresidente della JPMorgan Chase) in "La Londra degli italiani" racconta la storia della nostra emigrazione

di Antonio Blasotta

Un importante - e prezioso - vademecum alla storia degli emigrati italiani che hanno fatto grande l'Inghilterra (da Guglielmo Marconi al carbonaro reggiano Antonio Panzini) o che l'hanno resa intraprendente con le loro straordinarie storie professionali ed imprenditoriali. Ma non solo: il libro è la voce anche di tanti giovani laureati e professionisti italiani che hanno lasciato il Bel Paese per cercare in Inghilterra opportunità che in Italia non riuscivano neppure a sognare. Che cosa macava loro?